SPAVENTO E RIMONTA PER LE CALCIATRICI STATALINE

Calcio a 5 – Le biancoverdi vanno sotto ma ribaltano il risultato portando a casa il match contro Cattolica.

La Statale trionfa per 4-2 contro la Cattolica in un incontro dominato dal primo minuto, ma con un iniziale svantaggio. Le stataline, infatti, hanno amministrato il possesso e dominato la gara per la quasi totalità della partita.

Fin dal primo minuto la Statale ha gestito il pallone. Le ragazze della Minerva hanno avuto costantemente tra i piedi le occasioni più ghiotte del match, nonostante qualche indecisione di troppo in fase d’impostazione. La Cattolica, dal canto suo, ha adottato un approccio attendista ma aggressivo, che ha permesso loro di pressare le stataline sul primo controllo e di ripartire al momento giusto.

Dopo una fase di studio iniziale, la Statale passa in vantaggio partendo palla al piede da rimessa a favore, con una fitta rete di passaggi che inganna un colpevole portiere avversario. Subito dopo, tuttavia, la Cattolica passa in vantaggio con due reti consecutive dalla distanza, entrambe su deviazione. Fino a quel momento gli ospiti non avevano creato grandissime occasioni, al contrario delle stataline che hanno sbagliato una gran quantità di occasioni da gol abbastanza semplici.

Nel secondo tempo le biancoverdi entrano bene in campo, colpiscono Cattolica con un tiro cross che finisce in porta. Poco più tardi sorpassano definitivamente le avversarie con una transizione eseguita alla perfezione. La partita viene poi chiusa sul 4-2, con un’azione partita addirittura dal portiere che, costruendo dal basso, ha fatto arrivare il pallone sui piedi dell’attaccante.

Nicolo Gelao, DS della squadra e in panchina al posto dell’indisponibile mister Riccardo Franco, ha ammesso con stupore che “le altre due partite che abbiamo fatto contro di loro [la Cattolica, ndr] sono state identiche. Noi col pallino del gioco in mano, e loro che segnavano su deviazione. È pazzesco”. Sulla gestione della partita, ha poi ribadito che “Riccardo Franco chiede sempre di provarci e di continuare. Le ragazze non hanno fatto nient’altro che applicare, sia nel primo che nel secondo tempo, questa idea di calcio”. Sulla rimonta ha poi aggiunto che “l’episodio a favore ci ha aiutati, perché ci ha fatto credere nella rimonta. In Serie A si dice che ‘vincere aiuta a vincere’, e in questo caso ‘riuscirci aiuta a riuscirci’, perché dopo che ce l’hai fatta la prima e seconda volta prima o poi deve accadere qualcosa”.

Alessio Bochicchio

I commenti sono chiusi