LA BIANCA VINCE UNA PARTITA FOLLE IN CASA DI CATTOLICA

Basket - Al Fenaroli la capolista si è imposta contro la sua diretta inseguitrice in una partita ricca di emozioni e colpi di scena.

Le due protagoniste assolute della stagione sportiva universitaria di basket maschile sono sicuramente la Statale Bianca e la Cattolica. Dopo essersi affrontate in una bellissima finale dei CMU Winter Cup, si ritrovano rispettivamente prima e seconda nella classifica dei CMU Top League.

Dopo aver perso la finale, la Bianca cerca vendetta e dopo aver battuto tutte le altre contendenti arriva finalmente l’occasione di affrontare di nuovo Cattolica per allungare ulteriormente in classifica.

Tutte le premesse facevano presumere una partita equilibrata, giocata punto a punto fino all’ultimo possesso. A volte, invece, la pallacanestro esce dai suoi schemi prestabiliti come in questa pazza partita.

Per i primi cinque minuti la Statale non riesce a segnare neanche un canestro. I biancoverdi non entrano in ritmo e vedono immediatamente la Cattolica allontanarsi con un parziale di 13-0. Una partenza shock per la Bianca che la fa sprofondare nel secondo quarto, quando il distacco arriva ad essere anche di diciannove punti. Distacco che viene leggermente ricucito, chiudendo il primo tempo sotto di tredici lunghezze.

Qualcosa deve essere successo prima di tornare in campo. La squadra si è sicuramente detta qualcosa perché il secondo tempo ha ribaltato tutto ciò che è successo nel primo. La Bianca cambia totalmente atteggiamento. Adatta la propria difesa all’attacco feroce e fisico di Cattolica e in attacco alza il ritmo e il numero di passaggi. Continue penetrazioni e scarichi per i tiratori permettono alla Statale di segnare ben quaranta punti negli ultimi due quarti subendone solo diciotto.

Una partita pazza finita 61-52 per la Bianca, una partita approcciata malissimo e aggiustata in corsa, che ha permesso alla capolista di restare imbattuta e allungare su Cattolica. Una partita folle che ha confermato la forza e la solidità della Statale, ma soprattutto la capacità di non abbattersi e sapersi adattare alla forza dell’avversario e sapersi rialzare dopo un blackout iniziale. Anche se gli infortuni continuano a susseguirsi nel roster, ora la Bianca è chiamata a vincere i CMU Top League, obiettivo che ha dimostrato più volte di poter raggiungere.

Federico Metri

I commenti sono chiusi