Calcio femminile: è pareggio contro Aosta, qualificazioni sempre più vicine

Calcio femminile - Prezioso pareggio per le ragazze del CUS Milano contro l'ostica Aosta. Ora si sognano le qualificazioni.

Nel ritorno della prima giornata dei campionati nazionali U19 le ragazze di CUS Statale ottengono un prezioso pareggio contro l’ostica squadra di Aosta: si tratta del terzo risultato utile consecutivo, dopo le vittorie su Torino e proprio su Aosta nel match inaugurale del torneo. Uno score importante ed entusiasmante: le ragazze di mister Franco possono davvero sognare la qualificazione alle final-eight.

Quella che va in scena al PalaCUS è una partita intensa e divertente. Si affrontano due squadre forti e determinate: le stataline hanno finalmente preso fiducia e consapevolezza dopo le prime clamorose vittorie; di fronte, un’Aosta forte e compatto, avversario più duro delle torinesi battute la scorsa settimana per 7-2.

Il primo tempo si chiude 1-0 in favore delle padrone di casa, passate in vantaggio grazie alla rete di Villani. Nonostante il pareggio aostano, arrivato ad inizio secondo tempo, le nostre ragazze trovano la forza di passare nuovamente in vantaggio: a questo punto le ospiti aumentano la pressione, segnando due gol e portandosi sul 3-2. È la prima situazione di svantaggio in tutto il torneo per le milanesi, che tuttavia non si perdono d’animo e trovano il definitivo gol del 3-3: a segno ancora una volta Villani, autrice di una tripletta. Decisiva nel finale una gran parata di Pollastrini, classe 2004, abile a deviare una conclusione avversaria nell’uno contro uno.

L’importante pareggio maturato contro Aosta lancia le ragazze della Statale al primo posto in classifica, a +3 proprio sulle avversarie odierne: in attesa delle partite contro Bologna, sembra che uno dei rischi maggiori del girone sia stato sventato. Le milanesi hanno saputo ovviare con grinta e cinismo alla panchina corta che poteva penalizzarle contro avversarie abili del giro palla: va inoltre riconosciuto alle nostre ragazze il merito di aver saputo accantonare atteggiamenti di spocchia e presunzione che potevano maturare in seguito alle due vittorie iniziali, affrontando la partita con serietà e professionalità.

Parole dolci vengono rivolte alla prestazione della squadra da uno dei suoi dirigenti, Nicolò Gelao: “Per come eravamo partiti penso che nessuno si aspettasse risultati così entusiasmanti: siamo stati informati sulla nostra partecipazione solo due settimane prima dell’inizio del torneo e abbiamo dovuto costruire la squadra praticamente all’ultimo minuto. Non ci esponiamo troppo, ma a questo punto penso che anche le ragazze inizino a credere ad una possibile qualificazione: sarà sicuramente importante la prossima gara contro Torino, dato che con una vittoria le final-eight sarebbero vicinissime”.

Anche il vice-capitano Martina Didona elogia la prestazione della squadra: “Penso che tra le tre partite sinora disputate quest’ultima sia stata la più dura; rischiavamo di crederci già qualificate e per giunta avevamo poche giocatrici a disposizione. Siamo state brave a rimettere in piedi la partita quando ci siamo trovate in svantaggio e ora ci godiamo l’imbattibilità: vogliamo continuare a guadagnare punti per la qualificazione, soprattutto per dimostrare che i bei risultati che abbiamo raggiunto non sono casuali”.

 

Christian Tognoli

Nessun commento ancora

Lascia un commento