HABEMUS SQUADRE, RESOCONTO DELLE SELEZIONI STATALINE

Selezioni - Si sono concluse le selezioni delle squadre che affronteranno la Stagione 2021/22, vediamo come sono andate.

Dopo ben 2 settimane si sono concluse le Selezioni Squadre 2021. Tutte le formazioni di tutte le discipline avevano bisogno di un rimpasto dopo lo stop degli ultimi due anni e gli studenti dell'Università degli Studi di Milano hanno risposto presente alla chiamata.

Andiamo a vedere come sono andate queste giornate attraverso le parole dei nostri inviati sui campi!

VOLLEY

La stagione sportiva in Statale entra finalmente nel vivo con le selezioni della pallavolo maschile e femminile. L’entusiasmo è alle stelle e lo dimostra l’enorme affluenza di studenti che hanno partecipato, in più giornate, alle selezioni con l’obiettivo di ottenere un posto nelle squadre di volley e sfidare così gli altri atenei nei Campionati Milanesi Universitari.

La grande famiglia sportiva della Statale è pronta così ad accogliere nuovi membri al suo interno e a crescere sempre di più: lo sport in università, oltre che momento agonistico, è uno strumento per conoscere gente nuova ed alleggerire le fatiche dello studio.

Nella palestra di Via Valvassori Peroni gli allenatori e lo staff hanno supervisionato centinaia di ragazzi e ragazze: una scelta ardua, vista l’abbondante partecipazione, per i nostri selezionatori, a caccia non solo di talento e voglia di mettersi in gioco, ma anche di valori quali impegno e serietà.

All’insegna del divertimento le selezioni di volley si sono svolte in un clima gioioso: d’altronde la voglia di ricominciare era molta.

Matteo Lombardi

BASKET

Il 20 ottobre si sono concluse le selezioni del basket sia maschile che femminile, la fase finale delle selezioni ha visto allenarsi insieme i migliori giocatori delle due batterie avvenute in queste due settimane. Particolarmente positiva è stata l’affluenza alle selezioni, molti ragazzi tutti provenienti da diverse facoltà si sono iscritti alla fase iniziale per l’entrata in squadra. Alcuni di questi già avevano avuto esperienze significative e infatti hanno saputo mostrare le loro capacità in campo.

L’allenatore Marco Sorrentino ha preso parte a tutte le fasi, spronando i ragazzi e mettendoli alla prova con esercizi impegnativi così da testare subito le loro abilità e capacità in campo. Parte fondamentale, soprattutto per motivare i ragazzi, è stato il supervisore Gabriele Alberici che ha dato inizio agli allenamenti con un discorso sulla squadra e sulle responsabilità che ogni giocatore si assume entrando a farne parte. Da bordocampo a guardare la selezione, l’allenatore e il supervisore erano affiancati da diverse personalità in campo sportivo statalino, da tirocinanti a ex membri della squadra curiosi di sapere come saranno i nuovi ragazzi. Presenti alla fase finale vi erano anche due giocatori attivi, a fare da supporto e per visionare insieme agli altri i loro possibili futuri compagni.

La tensione era molto presente in questa fase, sia da parte dei ragazzi, che hanno dato tutti quanti il massimo in campo, che da parte dello staff, che si trovava nella posizione di dare la forma finale alla squadra 2021/2022. Ci si aspetta molto dalle nuove entrate, ma si ha anche molta fiducia in loro per questa nuova stagione che promette davvero bene.

Elena Guaitoli

CALCIO

Giovedi 21 ottobre è andata in scena l’ultima avvincente giornata di selezioni al centro sportivi Saini per il calcio a 11 maschile. Palpabile la voglia di ricominciare a calcare i campi di Milano e provincia per tutto il gruppo, e ovviamente per i ragazzi.

In un’uggiosa giornata di fine ottobre l’ultimo gruppo di sportivi (circa una quindicina), ha svolto allenamenti di conduzione e ricezione palla prima dell’abituale partitella in cui mister Giovanni e i suoi più stretti collaboratori hanno potuto analizzare al meglio i movimenti e le capacità tecniche dei giovani esordienti. Per tutti era chiaro come questa giornata selettiva fosse più analizzata rispetto alle altre (dato che nelle due precedenti occasioni i ragazzi provinati erano 40/50 a giornata), ciò era ben visibile negli atleti che hanno dato tutto per cercare di conquistare la maglia della Minerva.

Il discorso motivazionale del responsabile delle squadre Gabriele Alberici ha introdotto e accolto i ragazzi, evidenziando la richiesta di serietà e impegno necessaria per affrontare il campionato e per rappresentare gli oltre 65 mila studenti dell’Università degli studi di Milano sul rettangolo verde: “Il calcio universitario non è un impegno di doposcuola in cui ci si può astenere per futili motivi, richiediamo costanza” ha commentato. Incalzato dalle domande ha proseguito osservando come l’atmosfera nello spogliatoio sia di fondamentale importanza per raggiungere traguardi sportivi: “Nel 2019 tutto il gruppo CUS era ben unito, grazie anche all’esperienza di Pula. La Statale ha sempre incentivato il rapporto tra varie discipline sportive”.

Su quest’ultimo punto è intervenuto anche il capitano della squadra, traghettatore della Minerva da ben sei stagioni, Tommaso Dimitri. “I ritrovi dopo gli allenamenti o le partite tra atleti di vari sport ha sempre creato un ambiente stimolante e coeso, emblematico della Statale”. Infine, abbiamo chiesto a Tommaso gli obbiettivi di quest’anno, e la possibilità di un ricambio generazionale dopo la biennale lontananza dai campi: “La Statale ha sempre puntato in alto, obbiettivo minimo sono i play off. Mi auguro che il livello resti competitivo”.

La stagione sta per iniziare, un grosso in bocca al lupo a tutti gli atleti della Minerva!

Andrea Bersani

I commenti sono chiusi