Calcio femminile: debutto amaro in Coppa Italia per l’under 19

Calcio femminile - Sabato 27 febbraio l'Under 19 del CUS Statale ha debuttato in Coppa Italia contro l'ASD Solarity.

L’adrenalina delle ore precedenti alla partita; l’attesa del fischio d’inizio; la voglia di non mollare mai; esultare per aver segnato un gol o aver difeso la propria porta, cadere per poi rialzarsi subito; il cinque per sostenere una tua compagna e l’abbraccio alla fine della partita. Finalmente. Dopo un anno. Tutto questo è tornato.

Le stataline dell’Under 19 di coach Franco sono scese in campo contro ASD Solarity dopo ormai più di 12 mesi di inattività agonistica. L'emozione di ritornare a giocare era visibile e palpabile in campo, il risultato? Un match bellissimo.

Pronti via e le padrone di casa passano subito in vantaggio. La reazione delle valchirie stataline c’è e si fa immediatamente sentire perché, nel giro di pochi secondi, riescono a trovare il pareggio e a ribaltare completamente la situazione: prima è il capitano Didona a siglare un tap – in vincente a pochi passi dalla porta avversaria; poi è Villani a finalizzare un’azione di contropiede ben orchestrata dalle ragazze in campo. La pressione delle bianco – verdi è costante e non lascia ragionare le avversari: l’1 – 3 di Sofia Giardina è una logica conseguenza di una prestazione, fin qui, ottima.

Dopo un time-out, la squadra di casa torna in partita, segnando il gol del 2 – 3. Villani ristabilisce subito le distanze e con un destro dal limite dell’area non lascia scampo al portiere avversario. La partita continua ad offrire tante occasioni per le nostre giocatrici, tuttavia, Solarity non si arrende e torna prepotentemente in partita allo scadere del primo tempo. Prima del suono della sirena, però, Villani torna a graffiare ancora dal limite siglando la tripletta personale. La prima frazione si chiude sul punteggio di 5 – 5.

Il secondo tempo riserva ancora tanti gol e tanti colpi di scena: Alice Tresca segna il gol del nuovo sorpasso della Statale. Nel giro di pochi minuti però la Statale subisce il controsorpasso delle padrone di casa. Ma le ragazze del CUS Statale non sono mai dome riuscendo ancora una volta a riagguantare la sfida con un altro gol dalla distanza di Martina Didona: 7 – 7.

La fatica col passare dei minuti si fa sentire, ma la grinta delle ragazze e la loro voglia di non arrendersi sono encomiabili. A tre minuti dalla fine di una partita incredibile e mozzafiato, arriva la doccia fredda per la nostra Under 19 che subisce due gol al termine di un match entusiasmante.

Il risultato finale quindi premia ASD Solarity per 9 – 7. Sono arrivate, però, delle buone indicazioni dal Direttore tecnico dell’Under 19 Riccardo Franco che, al termine della sfida, si è mostrato soddisfatto delle sue giocatrici:

"Ho visto una partita molto bella, intensa e fisica. L’entusiasmo di aver ritrovato il campo dopo più di un anno ha creato degli effetti alquanto contrastanti: c’è stato, infatti, chi ha fatto una grande prestazione e chi, invece, ha avuto delle difficoltà, sicuramente dovute all’emozione del debutto assoluto con la maglia bianco-verde e un po’ anche alla giovane età. Ho visto, però, negli occhi di chi è sceso in campo grande concentrazione e voglia di fare. Sono felice di come le ragazze abbiano giocato il match d'esordio perché hanno dato tutte il 110%"

Anche Nicolò Gelao, uno dei dirigenti del Progetto Futsal, si è mostrato soddisfatto della prestazione della formazione statalina, il disegno, come ci rivela, è molto più grande:

“Avevamo un po’ tutti la sensazione che chi avesse segnato l’ottavo gol si sarebbe poi guadagnato la vittoria, e così è stato. Abbiamo comunque avuto delle risposte positive da tutta la squadra. Non c’è stata la possibilità di poter organizzare partite amichevoli in questi ultimi 12 mesi anche per tutelare le nostre protagoniste in campo: ci manca, infatti, il ritmo partita. Nel finale del secondo tempo, è mancata un po’ di condizione fisica. Ma siamo contenti delle nostre stataline. Ora andremo a Bergamo per disputare la seconda partita di questo triangolare. È vero, adesso sarà più difficile andare avanti nella competizione dopo questa sconfitta ma in realtà, ora, sono molto più importanti le indicazioni che ci dà il campo piuttosto che i singoli risultati. È importante mettere minuti nelle gambe per farci trovare pronti per l’inizio del campionato perché vogliamo arrivare, come lo scorso anno, alle finali scudetto” .

La partita del 17 febbraio non ha segnato solo il ritorno in campo dell'Under 19 ma anche il debutto assoluto per molte ragazze in squadra, capitanate dall'anima del gruppo, Martina Didona:

"Sono fiera della prova di carattere dimostrata dalle ragazze, sono sicura che questa sconfitta ci renderà ancora più grintose. La cosa più impotante è stata sicuramente tornare in campo, l'atmosfera prepartita negli spogliatoi era un'emozione che ci mancava da davvero tanto tempo"

Menzione d'onore va ad Alice Tresca, questa sfida per lei non solo ha rappresentato il debutto con il CUS Statale ma anche l'esordio assoluto nel mondo del calcio. Ex atleta per il CUS Pro Patria e particolarmente emozionata prima del fischio d'inizio, Alice è riuscita a rompere gli indugi riuscendo a segnare una rete in un momento cruciale della partita.

Finalmente, il calcio femminile è tornato a rendersi protagonista e, con lui, anche la squadra di futsal del CUS Statale. Le ragazze dell’Under 19 ci hanno offerto una gara palpitante fino all’ultimo, contro un avversario insidioso. Certo il risultato lascia un po’ l’amaro in bocca ma la grinta e la determinazione delle nostre piccole stataline lascia ben sperare per il futuro. Sempre e comunque FORZA STATALE!!!

I commenti sono chiusi