CDF Winter CUP: la corsa a Campione d’Ateneo entra nel vivo!

CDF Winter Cup - Cominciata Lunedì 18 Novembre la seconda giornata dei CDF Winter CUP, il torneo inizia a entrare nella fase culminante!

Medicina 1 e Scienze del farmaco stravincono, Scienze Motorie travolge di goal Scienze agrarie e alimentari, gara equilibrata fra Medicina 2 e Studi Umanistici 1.

Inizia ad entrare nel vivo questa edizione dei CDF Winter Cup: tutti i match della giornata regalano una serie di grandi reti messe a segno dalle squadre, evidenziando quelle che faranno parlare di sé in questo torneo.

Medicina e Chirurgia 1 Vs Studi Umanistici 2: 9-2

Gara combattuta con cuore e testa: si conclude con un decisivo 9-2 per i ragazzi di Medicina 1 il primo match della seconda giornata dei CDF Winter Cup, contro la formazione di Studi Umanistici 2.

La partita si apre con un buon possesso palla da parte di Medicina e con alcuni tentativi, ben riusciti, di difendere la rete, inizialmente inviolata, da parte del portiere dei bianchi. La voglia di mantenere il risultato si scontra con le numerose occasioni costruite della formazione dei rossi che sbloccano il risultato con una prima rete siglata dal numero 10 Fabbro. Nonostante un intervento falloso subito dal numero 9 Risio, costretto ad abbandonare il campo momentaneamente, la supremazia di Medicina non viene smentita e la prima parte della gara termina con un 5-0. Il match riprende. Gli umanisti si fanno sentire ed il numero 1 fra i pali, con tre interventi prodigiosi, salva tre potenziali reti, ma questo non basta: la gara si conclude con un rocambolesco scambio di passaggi, che permette al numero 10 Fabbro di segnare il nono goal. La partita si chiude e a nulla valgono le due reti messe a segno dal numero 10 Bormolini e dal 7 Pettitato della formazione di Studi umanistici.

Una bella vittoria per i ragazzi di Medicina, testimoniata dalle parole di Alessandro Risio: “La partita è andata bene, abbiamo iniziato un po’ in difficoltà perché gli avversari hanno pressato molto. Fortunatamente con l’ingresso in campo di Termine siamo riusciti a ribaltare la situazione.”

Scienze del farmaco 1 Vs Scienze e tecnologie 1: 8-0

Senza esclusioni di colpi questo secondo match della giornata disputato fra Scienze del Farmaco e Scienze e Tecnologie, conclusosi con una schiacciante vittoria della prima squadra per 8 a 0.

L’approccio alla partita da parte della formazione di Scienze del farmaco è combattivo e fisico: i ragazzi della formazione verde, dal canto loro, rispondono a tono alle conclusioni create dalla compagine avversaria. L’occasione arriva presto: con una palla secca passa in vantaggio per 1-0 Scienze del farmaco. Da qui è un susseguirsi di goal da parte della formazione vincente, e in poco tempo il tabellino segna ben 5 reti a 0. I ragazzi di Scienze e tecnologie ci provano, ma invano: i toni del match si mantengono costanti nelle due frazioni di gara, ma la formazione di Scienze del Farmaco finisce per chiuderla con un netto 8-0.

In vista del prossimo avversario, Medicina, i ragazzi di Scienze del farmaco si avvicinano alle fasi finali di questo torneo. Il numero 4 Selva, autore di una delle reti, commenta così la gara: Avere tanti cambi vuol dire anche essere più freschi quando si gioca. È un vantaggio essere in tanti. Noi ci aspettavamo che fosse questa la sfida più facile tra le due che ci rimanevano, Medicina sarà un bel derby da giocare.”

Scienze motorie 1 Vs Scienze agrarie e alimentari: 14-1

Il livello di molte squadre è alto e per Scienze agrarie giocare con un uomo in meno è stato un handicap troppo grande per poter affrontare la partita, la quale ha sempre avuto un’unica dominatrice: Scienze motorie.

Dopo poche azioni il risultato è già sul 2-0, Agraria non riesce proprio ad uscire dalla sua metà campo e la squadra in vantaggio mostra tutta la superiorità segnando anche su punizione, tramite grandi triangolazioni e con siluri da centrocampo, portando il risultato sul 5-0 a fine prime tempo; l’unica nota positiva di Agraria è la prestazione ottima del loro portiere che ha evitato un divario ancora più netto, parando l’impossibile.

Giustamente e sportivamente Scienze motorie non si accontenta e continua a macinare gol su gol, ma dopo averne presi altri sei, Agraria trova ila prima rete grazie a una sfortunata uscita del portiere avversario. La partita si conclude con altri tre gol per la squadra in vantaggio, che è cosi riuscita, come testimonia l’MVP della partita Pietro Zanini, a fare incetta di gol, ma con qualche rammarico finale: “Abbiamo giocato bene, siamo stati attenti e bravi a fare molti gol utili per la differenza reti, ma ci siamo distratti gli ultimi minuti prendendo un gol stupido e questo non deve succedere se vogliamo arrivare in altro.”

Medicina e chirurgia 2 Vs Studi umanistici 1: 2-4

Una delle partite più equilibrate e belle viste fin’ora durante i CDF Winter, è quella disputata tra Medicina 2, che ha vinto la prima partita del suo girone e vuole passare il turno, e Studi umanistici, ancora arrabbiata per la sconfitta subita contro Scienze motorie 1.

Azioni fulminee da entrambi i lati fanno da sfondo per i primi dieci minuti. Sono due bellissime azioni, una dietro l’altra, da parte del 10 di Studi umanistici che riesce a portare avanti di due gol la sua squadra, ma Medicina non si arrende e con due grandi azioni a fine primo tempo riequilibrano il risultato.

L’autore della doppietta però è incontenibile e ne segna altri due, portando Studi umanistici sul 4-2. La squadra in svantaggio prova in tutti i modi a recuperare, ma non riescono più ad attaccare come nel primo tempo non riuscendo a portarsi in pari. Le due squadre del girone B sono a pari punti e si giocheranno il tutto per tutto all’ultima giornata.

Una partita molto bella, decisa solo da una grande prestazione di Stefano Bruzzese, autore di tutti i gol della sua squadra:

"Sono molto contento dei quattro gol, ma molto di più per la vittoria della squadra. La scorsa partita abbiamo mollato gli ultimi minuti e abbiamo perso, oggi invece abbiamo tenuto per tutta la partita e il risultato ci ha premiato. Adesso testa all’ultima partita".

 

Carla Bianco & Federico Metri

Nessun commento ancora

Lascia un commento