CMU: cade il Volley Maschile contro la Bicocca

VOLLEY - Amara sconfitta per il Volley Maschile della Statale in casa della Bicocca: 3-0 per i padroni di casa

Primo rientro dopo la pausa invernale per la formazione statalina che affronta in trasferta la Bicocca, quarta in classifica. L’assenza del palleggiatore si fa sentire: coach Pavan è costretto a sacrificare Luca Ponti, nostro attaccante e ricettore di rilievo, inserendolo come palleggiatore.

Il primo parziale si gioca al fulmicotone. Lo schieramento verde compie molti errori tattici e fa fatica a trovare la giusta fluidità in campo, ciò permette alla Bicocca di esprimere al meglio il loro potenziale, soprattutto per la parte fisica. Primo set che termina 25-18 per la formazione avversaria.

Nella seconda frazione di gioco il ritmo della gara non cala, Bicocca è meno sprecona e sfrutta appieno tutte le occasioni. Un break permette alla formazione statalina di concludere un filotto da 4 punti e passare così in vantaggio. Grazie alle qualità del battitore della squadra opposta il nostro team viene riagganciato. Secondo set che si conclude così 25-23.

Nel terzo set la Statale ingrana la marcia e riesce a condurre un gioco più fluente. Un altro paio di break spezzano il ritmo della Bicocca che subisce altri 4 punti di fila, opportunamente recuperati grazie sempre alle abilità del battitore avversario. Terzo e ultimo set che si trascina fino ai vantaggi e termina 29-27.

Coach Pavan si mostra realistico al termine della partita: “purtroppo il risultato del muro e della battuta non sono stati dei migliori, abbiamo battuto troppo piano e male. Per il muro ci mancano ancora le letture di gioco e la velocità di esecuzione, sicuramente lavoreremo su questi aspetti. Per essere la prima partita la pausa invernale abbiamo giocato bene"

Nonostante questa parentesi negativa la nostra formazione ha concluso egregiamente l’anno precedente con tre vittorie consecutive e rimane a soli due punti dalla vetta della classifica. Sicuramente i ragazzi di coach Pavan sapranno trarre l’esperienza necessaria per riscattarsi. Vamonos!

Nikita Benedusi

Nessun commento ancora

Lascia un commento