Calcio Femminile, la Statale stravince contro le No Fear

CALCIO - La Statale del calcio femminile stravince a Zonagol dopo un inizio di gara "congelato"

Martedì sera al Tennis Calcetto Barona le ragazze del Calcio Femminile tornano finalmente a disputare il campionato di Zonagol, dopo il rinvio di ben due gare consecutive per problemi legati al terreno di gioco. La partita, che sulla carta appare già vinta, non viene però data per scontata dalle ragazze in maglia verde, che sentono il dovere di rimediare alla brutta sconfitta di settimana scorsa contro Cattolica nei CMU. L'inizio di gara è difficile, la Statale pur dominando il campo appare abbastanza contratta, non riuscendo a segnare neanche dopo ripetuti tentativi da pochi metri. Le pesanti condizioni climatiche incidono inevitabilmente sul gioco, ma le ragazze con il passare dei minuti ingranano e portano la partita sul punteggio finale di 8 a 1, aggiungendo altri tre importanti punti alla classifica.

Primo tempo

La partita appare fin da subito abbastanza nevrotica, con strappi di gioco da una parte all'altra del campo, ma è Statale a dominare con due occasioni da rete di Poles e Bertini già nel primo minuto di gara. I primi sette minuti vedono Statale divorarsi almeno quattro nitide occasioni da rete con Poles, Stoppani e Bertini che chiudono alla perfezione i triangoli ma mancano di forza nella fase conclusiva dell'azione. All'8' Statale rischia di passare in svantaggio, un buon guizzo dell'attaccante avversario supera Sica in uscita, ma la palla prima di attraversare la linea viene respinta da Stoppani, ben posizionata in difesa. Ghitti sulla fascia macina buon gioco ma non riesce a essere incisiva negli ultimi metri. Solo al 16' la gara si sblocca, grazie a un passaggio filtrante di Poles verso il centro dell'area che trova Stoppani libera di appoggiare facilmente in rete la palla. Il tabellino  viene finalmente inaugurato, ma le dinamiche di gioco non cambiano. Una Statale non sempre perfetta in difesa rischia in due occasioni di farsi raggiungere nell'ultimo minuto disponibile, ma fortunatamente due uscite basse di Sica negano la gioia del pareggio alle avversarie.

Secondo tempo

La seconda frazione di gioco si mostra fin da subito differente, con il gol di Poles su azione personale di Ghitti che arriva dopo soli 43 secondi. Passa esattamente un minuto e le avversarie accorciano le distanze dal dischetto, dopo un fallo netto in area di Bertini, che arriva tardi a chiudere sull'avversaria. Il pallone si insacca sotto il sette alla sinistra di Sica, che non può nulla di fronte a tanta precisione. Da questo momento inizia un'altra gara, in cui Statale è fortemente determinata ad aggiornare il tabellino dei marcatori. Nei primi dieci di gara è un assedio e Statale si porta sul 4 a 1 grazie a una bella doppietta di Bertini che con due tiri rasoterra angolati beffa il portiere avversario. Al 10' minuto entra Lanfranconi che ricopre in modo magistrale il ruolo di pivot, smistando il gioco sulle fasce a destra e sinistra e trovando per ben due volte la rete nel giro di cinque minuti. L'ultima rete è un puro esercizio di stile, con due ottime finte di corpo manda fuori gioco l'ultimo difensore e il portiere appoggiando facilmente la palla in rete.
La gara termina 8 a 1 per Statale, che dopo un inizio di gara non idilliaco, riesce a esprimere un gioco individuale e di squadra nettamente superiore a quello avversario.

Le parole di Arianna Bertini, mvp del match con ben quattro reti segnate: «il primo tempo è stato difficile, le avversarie pressavano e noi eravamo abbastanza in difficoltà. Sicuramente tanto ha fatto il freddo, io ho impiegato venti minuti solo per spezzare il fiato. Ma nel secondo tempo non c'è stata storia, sono emerse le maggiori qualità individuali e di gruppo. Sono felice della vittoria e dei gol segnati, ma soprattutto di vedere come le nuove arrivate si stiano ambientando molto bene all'interno della squadra, anche a livello di gioco».

A concludere, le parole di capitan Poles: «sono soddisfatta, non era scontato fare risultato su un campo così ostico e con il morale da risollevare. Tutte hanno giocato e saputo dare il proprio contributo, questo è importante in vista delle gare più difficili che ci attendono. L'importante era tornare alla vittoria, e lo abbiamo fatto. Continuiamo così, consapevoli di poterci sempre rialzare a testa alta anche dopo una brutta caduta».

Nessun commento ancora

Lascia un commento