LA STATALE SUONA LA SETTIMA SINFONIA AL PALABICOCCA E VOLA IN FINALE!

CALCIO FEMMINILE - Lo scenario perfetto, il momento perfetto, la serata perfetta.Palabicocca, nella tana delle rivali di sempre, a cinquanta secondi dalla fine, col risultato del derby contro la Bicocca ancora in bilico.

​È in quell’istante che viene fuori quella lucida follia nella testa di Emma Sofia Ghitti che, con uno scatto dei suoi, recupera un pallone sporcato da Dubini che stava finendo fuori, per battere il portiere (improvvisato) Casorio.

È il gol che decide una battaglia – perché parlare di partita è riduttivo – tesissima, durata poco più di quaranta minuti al Palabicocca, dove le due contendenti non si sono risparmiate nessun colpo. Anche perché si decideva tanto in questo scontro diretto: infatti, Statale e Bicocca prima di questo incontro erano entrambe a diciotto punti nei primi posti della classifica della Regular Season e la vittoria sarebbe valsa matematicamente la finale.

Tra le convocate di coach Nicolò Gelao torna Francesca Nicolini dopo quasi due mesi di assenza per infortunio, invece capitan Ludovica Poles, ancora acciaccata, non figura in distinta ma assiste alla partita dalla panchina, sostenendo le proprie compagne. La Statale si schiera inizialmente con Marta Bassanino in porta, Giordi come libero (con la fascia di capitano), Bassi ala sinistra, Bertini ala destra e Dubini come pivot.

L’atteggiamento iniziale è quello di non lasciare il pallino del gioco alle avversarie, partendo subito in maniera aggressiva alla ricerca della vittoria. Tant’è, al primo affondo delle stataline, si passa subito in vantaggio. Dubini va in pressing sulla destra, la palla va in area Bicocca con Possenti che sbaglia il disimpegno e serve involontariamente Bertini che segna lo 0-1. Sono passati la bellezza di novanta secondi. La Bicocca non si demoralizza e si affida all’asse Liuzzi-Foti, autrice della rete decisiva nella finalissima dello scorso giugno. Non hanno fatto i conti però con Bassanino, che respinge ogni pallone che le viene scagliato e si getta senza paura in uscita, vedi l’azione al 9’ in cui subisce anche un leggero infortunio alla spalla. La Bicocca di coach Alessio Romano si rende sempre più pericolosa col passare dei minuti, con Vale Giordi costretta agli straordinari su Liuzzi. Al 14’, proprio Liuzzi supera per la prima volta il nostro capitano e infila Bassanino in uscita, firmando così il pareggio.

Gelao sa che le ragazze si trovano in un momento di appannamento e chiama il time out, per riordinare le idee a cinque minuti dal duplice fischio. Rientrate in campo, il nostro coach si gioca la carta Deluca, spostando Dubini a destra, per mettere ancora più fisicità nel nostro quintetto. Il difensore Rendo per la Bicocca è superlativa su Dubini in fuga verso la porta della Bicocca al 16’, mentre nel finale gli animi si accendono con qualche fallo non segnalato da parte dell’arbitro, ma arriva il fischio che sancisce l’inizio dell’intervallo.

Nella ripresa, Bassanino risponde presente su un tiro di Foti, poi esce gradualmente la Statale col suo abituale atteggiamento battagliero, macinando occasioni su occasioni con Bertini e Dubini. Coach Romano per Bicocca chiama un time out per interrompere il break statalino e i cori bicocchini si alzano per sostenere le proprie beniamine, ma le ragazze di Gelao non ne vogliono sapere e continuano a martellare. Dall’11’, Vale Giordi è costretta ad uscire per un problema alla caviglia e Bassi entra per ricoprire il ruolo di libero, che interpreta con tanta sicurezza, quella che serviva in un momento così delicato. Casorio ferma come può un fendente di Dubini al 16’ e l’ansia sale, perché il pressing Statale si fa sempre più asfissiante e la rete è nell’aria.

E succede proprio quello che la Minerva voleva. Ghitti fa esplodere la panchina della Statale, facendo sobbalzare anche Ludovica Poles, incurante dell’infortunio. Allo scadere, ecco il timbro di Dubini, che prima subisce il sesto fallo della Bicocca e poi realizza il tiro libero, per un 1-3 al triplice fischio, che vale il pass per la finalissima con un percorso netto, viste le sette vittorie in altrettante partite con l’ultima contro Cattolica che diventa così ininfluente per la classifica.

«Sono contentissima, è stata una bella soddisfazione, più che altro perché è stata una partita combattuta e pesante fisicamente, perché loro sono sempre aggressive ed è difficile giocarci contro. Quando giochiamo con la Bicocca, abbiamo sempre paura di perdere per la rivalità che c’è tra noi e questo, anche se non dovrebbe, ci condiziona; quando ci sblocchiamo e giochiamo come sappiamo, è lì che cambia la storia. Dopo aver subito il pareggio, ci siamo demoralizzate, ma nella ripresa siamo entrate con tanta grinta, cercando la vittoria e alla fine l’abbiamo portata a casa» le parole di Ludovica Poles.

Che dire… non vediamo l’ora di sentire il “corazòn, cabeza y piernas” in finale!

TABELLINO

Bicocca 1-3 Statale
Reti: 2’ Bertini (S), 14’ Liuzzi (B), 20’ st Ghitti (S), 21’ st Dubini (S).
Bicocca: Casorio, Rendo, Anelli, Foti, Pinto, Possenti, Liuzzi, Ambrosini. All. Romano.
Statale: Bassanino, Bertini, Laurito, Di Schiena, Bassi, Giordi, Dubini, Nicolini, Ghitti. All. Gelao.

Enzo Navarra

Nessun commento ancora

Lascia un commento